About me

Andrea Lillus

Sono nato a Cagliari nel 1981. Da che ho ricordi ho sempre avuto la passione per i viaggi, poi quando negli anni mi sono avvicinato alla fotografia, ho unito le due cose per girare il mondo quanto più ho potuto. Sono stato in India, Nepal, Perù, Bolivia e Australia, ma anche in Vietnam, Cambogia e Nuova Zelanda. Non ti voglio stare a indicare tutti i posti che ho visitato, ma ti posso dire che al momento ho raggiunto quota 41 Paesi e spero di continuare ad aggiungerne quanti più altri possibili alla mia lista.

Ti dovrei parlare di me e invece ti parlo dei miei viaggi non per caso, ma proprio perché nel mio modo di essere, il viaggio è il centro gravitazionale di tutto. Parlando di fotografia, mi ci sono avvicinato per caso, da semplice autodidatta con nessuna pretesa, nel periodo in cui ho vissuto in Australia, fotografando per passione prima di tutto.
Quando poi sono tornato a Cagliari ho frequentato dei corsi e dei workshop fotografici presso LA BOTTEGA DELLA LUCE, la quale ha posto ben salda la consapevolezza  che la mia grande passione per la fotografia non era più solo un passatempo.

Per me la fotografia è racconto, un mezzo di comunicazione che mi permette di esprimere quello che penso e quello che provo e che mi ha insegnato a usare i miei occhi come finestre da tenere sempre spalancate. Con la fotografia il mio scopo è principalmente quello di creare un punto di contatto duraturo tra lo spettatore e l’elemento umano nella sua forma più reale, che resta sempre il soggetto al centro delle mie attenzioni. La fotografia non è solo comunicazione, è l’espressione massima della fuga dal quotidiano, per questo quando fotografo un soggetto cerco di carpire tutto quello che posso nello scatto, in modo da permettere a chi lo guarderà di compiere un piccolo viaggio senza muoversi, seguendo il mio cuore e la mia mente attraverso i luoghi immortalati dalla mia reflex.

PUBBLICAZIONI

Corriere della Sera

Per il Corriere della Sera ho portato avanti un progetto davvero particolare: si è trattato infatti di realizzare reportage fotografico utilizzando esclusivamente un iPhone 11 pro max. Il progetto nasce dal concetto che attualmente ci sono telefoni talmente all’avanguardia dal punto di vista tecnologico fotografico che è possibile utilizzarli per fare degli scatti anche di tipo professionale. Così con un semplice telefono in mano mi sono trovato a raccontare le immagini, i colori, le atmosfere di uno dei Carnevali più suggestivi, il Carnevale di Mamoiada in Sardegna.
Il progetto mi ha portato nel cuore di una realtà che già conoscevo, avevo visto più volte la famosa sfilata dei Mamuthones, ma che non avevo mai avuto modo di vivere in questo modo: ho potuto rappresentare il rito della vestizione, il laboratorio dove vengono create le maschere e lo svolgimento dell’intero corteo.

Le foto raccontano fedelmente la solennità e l’eccezionalità di alcuni momenti e la cosa più incredibile è stata accostare l’ancestralità di alcune rappresentazioni con uno degli strumenti più moderni e utilizzati attualmente in circolazione. Un contrasto che mi ha coinvolto e divertito e che ha reso i miei scatti ancora più autentici e rispettosi della realtà che stavo raffigurando. 

IPA – International Photography Awards

L’International Photography Awards è una delle competizioni mondiali di fotografia tra le più prestigiose. Con oltre tredicimila immagini provenienti da centoventi paesi diversi, la giuria di esperti seleziona le fotografie e assegna dei premi ai migliori fotografi.

Nell’anno 2020, lo scatto che ha come titolo: “Ready, Steady, Go India” ha ottenuto una menzione d’onore nella categoria SPECIAL, TRAVEL / WANDERLUST.

International Photography Awards

The Independent Photographer

The Independent Photographer è un concorso mensile di una rivista online dedicata alla condivisione e all’esposizione del lavoro di altri fotografi emergenti. La rivista ha da sempre l’ambizione di scoprire e mettere in luce talenti emergenti e condividere la migliore fotografia contemporanea. La giuria del concorso è composta da artisti di fama internazionale che lavorano in agenzie prestigiose come Magnum Photos, VII Agency, National Geographic, Agence Vu ‘,  Vogue e GEO. 

Ebbene, una mia foto scattata durante il mio viaggio in India nel 2019 è stata selezionata proprio dagli editori di questa prestigiosa redazione, tra centinaia di altre bellissime fotografie. 

La fotografia scelta è stata scattata a Jaipur: in quel momento ero letteralmente travolto e rapito dai movimenti di quella città, dalle sue persone e dalle loro abitudini.
Seduto su un marciapiede guardavo curioso attraverso il mio obiettivo l’incedere della città… a volte è un attimo: un camioncino del trasporto locale mi è passato davanti regalandomi uno dei miei scatti preferiti, il movimento che si contrappone alla stabilità dell’uomo in primo piano, ho percepito una fermezza del suo sguardo, della sua postura, del suo vivere quel breve viaggio in maniera vigile e attiva. Il tutto inquadrato in un inconsapevole armonia di luci e colori.

Chissà se anche tu riesci a percepirlo… 

Digital Camera

Digital Camera è una tra le riviste più rinomate del settore: consigli, progetti, la post produzione, i ritocchi e le creatività, insomma una panoramica ampia e professionale di tutto ciò che riguarda la fotografia. La premessa è d’obbligo visto che proprio Digital Camera ha selezionato e utilizzato un mio scatto.

La foto scelta è quella che ritrae un bimbo di Jodhpur, durante un mio viaggio in India. Uno scatto intenso, perché tale è lo sguardo che mi sono trovato di fronte. La foto ripresa nella rivista ha suscitato grande consenso e ha incuriosito per alcune sue peculiarità diversi esponenti del settore. 

MOSTRE ED ESPOSIZIONI

SPAZIO LAB 291

ĀTMĀ - Sguardi del Nepal

2019 – A febbraio ho inaugurato la mia prima mostra personale in collaborazione con la scuola di fotografia La Bottega della Luce di Cagliari, dove ho avuto il piacere di seguire diversi corsi.
Il progetto ĀTMĀ Sguardi del Nepal è nato proprio in questa terra, che per me è molto speciale e ha segnato in modo indelebile non solo il mio percorso fotografico ma anche la mia vita. Il nome del progetto non è una sigla come potresti pensare; ĀTMĀ, o Atman, è un termine sanscrito che può essere tradotto come “essenza”, “soffio vitale”. Con questo lavoro ho voluto accompagnare il visitatore, guidando il suo sguardo attraverso un Nepal intimo e autentico, cercando di aiutarlo a cogliere la vera essenza di questo Paese. Il mio scopo era quello di trasferire l’esperienza, come se visitare la mostra potesse essere come compiere davvero un viaggio nei luoghi lontani che ho ritratto, arrivando a percepire nell’aria anche i suoni e i profumi ricostruendoli a partire da niente più che sguardi e colori stampati.

Festival dell'Oriente

Nel 2019, durante l’edizione svolta a Cagliari, ho avuto il piacere di esporre alcuni lavori fotografici sul Nepal alla fiera dedicata all’Oriente. Si è trattato di esporre alcuni dei miei scatti più rappresentativi di un viaggio forte, energico ricco di espressioni.
Il Festival dell’Oriente, colorato e itinerante, racconta tutto di questa parte di mondo: cibo, tradizioni, religioni, musiche, immagini e sensazioni.
Io nei miei viaggi ho spesso esplorato la cultura, i riti e le tradizioni dell’Oriente e per questo motivo ho accettato di buon grado l’invito ad esporre le mie foto in questo ambito.
Tutti i miei scatti in giro per il mondo spaziano da paesaggi naturali, paesaggi urbani e volti di persone del posto, principalmente colte nel loro agire quotidiano, tra le strade e i villaggi dei paesi.

L'altro Viaggio

L'Altro Viaggio - India

2020 – Il viaggio può essere visto sotto numerosi aspetti e, per chiunque lo intraprenda, rappresenta un’esperienza di vita che apporta dei cambiamenti interiori importanti. Il viaggio è la metafora della vita: c’è chi viaggia per il proprio piacere personale e c’è chi invece viaggia per migliorare la sua condizione, a livello sia economico che sociale. In ogni caso, il viaggio ci arricchisce dal punto di vista culturale e interiore, rendendoci cittadini del mondo. Spesso accostiamo la parola ALTRO a qualcosa di distinto e distante da noi, probabilmente perché spesso tendiamo ad allontanare tutto ciò che non conosciamo senza farci guidare dalla curiosità o perché non ci troviamo a nostro agio con ciò che da noi è diverso. In questo modo, inconsciamente, perdiamo la linfa della nostra esistenza!

Il mio progetto fotografico nasce dal desiderio di documentare la diversità degli stili di vita di una popolazione lontana (geograficamente e culturalmente) dalla nostra. Con questo lavoro ho cercato di rappresentare l’ALTRO: persone che vivono, mangiano, soffrono, pregano in un modo completamente diverso dal nostro dimostrando che, in realtà, la percezione di separato e distinto da noi, altro non è che un limite che tutti noi dovremmo riuscire a superare. Dietro ognuno di questi scatti c’è un racconto, una storia, un momento di vita che ha arricchito la mia e sarò sempre grato a questo popolo per avermi accolto e avermi dato la possibilità di apprezzarlo.

COLLABORAZIONI

“Per far ricordare ciò che dici devi parlare con le immagini”

Il progetto Andos Photo Studio nasce dall’idea di esaltare la bellezza come coniugazione tra emozione e staticità, raccontare qualcosa attraverso le immagini diventa strumento per far vivere un’emozione, non solo attraverso i viaggi ma anche con la fornitura di servizi commerciali.

Lo scopo che perseguo nel progetto di Andos è quello di aiutare gli imprenditori a far capire le potenzialità e le peculiarità della propria azienda: dal B&B, all’hotel passando per ristoranti, agriturismi o altre attività commerciali, avvalersi di immagini belle e di qualità fa la differenza

Si tratta in tutti questi casi di far sì che ogni attività possa affrontare un notevole salto di qualità mostrando il proprio servizio o prodotto direttamente tramite immagini professionali, che rendano ancora più efficiente la comunicazione e la promozione in ambito digitale. 

Andos si occupa della realizzazione di foto e video professionali che permettono di potenziarti e distinguerti in modo innovativo nel mondo del digitale.